Home   /   Norme e Documenti





Il MEF dipartimento della Ragioneria dello Stato ha pubblicato il report n.5 relativo agli adempimenti e attività al 30 settembre 2022 del PNC

In particolare, i manuali operativi dettagliano al loro interno gli obblighi, le scadenze e le procedure di attuazione nonché i relativi adempimenti sul sistema informatico Regis circa il monitoraggio la rendicontazione e il controllo dei progetti finanziati. Inoltre, con i predetti manuali sono fornite, ai Soggetti Attuatori, puntuali indicazioni sugli adempimenti amministrativo-contabili unitamente ad una serie di allegati che costituiscono format per gli adempimenti da attestare e check-list per le verifiche del Soggetto Attuatore. Tali manuali, predisposti con il supporto del Ministero dell’economia e finanze, costituiscono per gli enti locali un’utile guida tecnico-metodologica per le attività di attuazione, monitoraggio, controllo e rendicontazione delle spese, nonché dei dati/atti/documenti a comprova del conseguimento di milestone e target, al fine di attestare l’avanzamento procedurale, fisico e finanziario di ciascuna misura del Piano. I predetti elaborati, inoltre, potranno costituire un utile strumento formativo per i costituendi presidi territoriali, previsti dal Protocollo sottoscritto con la Ragioneria Generale dello Stato (come comunicato con precedente circolare n. 114 del 21 ottobre u.s.), aventi il compito di supportare le Amministrazioni locali titolari di interventi nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Oggetto del webinar promosso dall’Anci insieme con il Mef che si è svolto martedì 15 novembre in videoconferenza è stato quello di fornire "Chiarimenti sulla circolare n.37 del 9/11/2022 e illustrazione delle FAQ del Governo sulla revisione dei prezzi PNRR. La circolare fornisce chiarimenti su tre aspetti: Rimodulazione risorse (art. 7 comma 1, ultimo periodo del DPCM), con l’ente locale attuatore che può inserire sul sistema Regis le domande di rimodulazione, per richiedere un importo di preassegnazione diverso da quello risultante dall’applicazione al singolo progetto. Assegnazione definitiva (art. 7 comma 2 del DPCM) con l’ente locale attuatore che, entro 5 gg dal perfezionamento del CIG, è tenuto ad aggiornare sul sistema Regis una serie di informazioni. E sull’annullamento della preassegnazione (art. 7 comma 3 del DPCM), con l’Amministrazione finanziatrice che, entro il 31 gennaio 2023, provvede a rilevare, attraverso i sistemi informativi della Ragioneria Generale dello Stato, tutti i CUP di competenza collegati ai diversi interventi.

La nota sintetica dell’Anci al decreto Aiuti quater approvato dal Cdm il 10 novembre. All’interno del provvedimento è contenuto l’art. 10 richiesto dall’ANCI in materia di procedure di affidamento di lavori, servizi e forniture a valere su risorse PNRR e PNC per Comuni non capoluogo

Procedura “semplificata” di cui all’articolo 7 del DPCM 28 luglio 2022 e articolo 29 del decreto-legge n. 144 del 2022: rimodulazioni e verifiche in itinere ed ex post.

Linee guida metodologiche per la rendicontazione degli indicatori comuni per il Piano nazionale di ripresa e resilienza

Al fine assistere le Amministrazioni titolari di misure e i Soggetti attuatori degli interventi ad assicurare il rispetto del principio DNSH, è stato previsto un aggiornamento della Guida Operativa per il rispetto del principio di non arrecare danno significativo all'ambiente emanata con la circolare n.32 della RGS emanata in data 30 dicembre 2021.

Esiti complessivi della seconda verifica relativa al riequilibrio territoriale nel PNRR e l’attività di verifica della quota di risorse destinate al Mezzogiorno

La seconda relazione al Parlamento sullo stato di attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza illustra l’intensa attività svolta dall’inizio dell’anno e i risultati raggiunti nel suo avanzamento. Per assicurare una piena informazione ai cittadini, al Parlamento, agli enti territoriali e alle parti sociali sullo stato di attuazione del PNRR il Governo predispone una specifica relazione, trasmessa alle Camere, alla Conferenza unificata e al Tavolo permanente per il partenariato economico sociale e territoriale1. La prima relazione è stata esaminata dalla Cabina di regia per il PNRR il 23 dicembre 2021 e si è concentrata essenzialmente sugli obiettivi e traguardi da raggiungere entro la fine dell’esercizio 2021, in vista della successiva rendicontazione alla Commissione europea. In questa seconda relazione, articolata in due sezioni, si intende offrire uno sguardo più ampio sullo stato di attuazione del Piano a poco più di un anno dalla sua adozione definitiva con la decisione di esecuzione del Consiglio dell’Unione europea del 13 luglio 2021. La prima sezione illustra, in particolare, i progressi compiuti nell’attuazione del PNRR nel corso del 2022: dal pagamento della prima rata in aprile, conseguente al raggiungimento di traguardi e obiettivi in scadenza entro il 31 dicembre 2021, alla richiesta di pagamento della seconda rata a fine giugno 2022, con il raggiungimento dei risultati previsti per i primi sei mesi del 2022, certificato lo scorso 27 settembre con la valutazione positiva da parte della Commissione europea.

Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) - Missione M2C4 Intervento 2.2. "Interventi per la resilienza, la valorizzazione del territorio e l'efficienza energetica dei comuni". Prime indicazioni per il monitoraggio, rendicontazione e controllo dei dati.

La Circolare n. 32 del 22 settembre 2022 con oggetto “Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – acquisto di immobili pubblici a valere sul PNRR” detta le condizioni di ammissibilità della spesa per l’acquisto di beni immobili a valere sul PNRR e le procedure da seguire per le Amministrazioni coinvolte in linea con la normativa di riferimento.

La circolare intende fornire alle amministrazioni destinatarie le necessarie indicazioni per accedere alle risorse del “Fondo per l'avvio di opere indifferibili” istituito con l’articolo 26, comma 7, del Decreto Legge “Aiuti” (50/2022). L’articolo 5 del DPCM, recante le modalità di accesso a tale Fondo appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale, prevede infatti che sia il Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato a fornire le necessarie indicazioni, anche con riguardo ai dati che dovranno essere forniti dalle stazioni appaltanti. Al provvedimento, che indica schematicamente le diverse fasi della procedura attraverso il sistema informativo ReGis, sono allegati un manuale di Istruzioni operative, contenente la procedura che le stazioni appaltanti e l’amministrazione statale istante dovranno seguire, e una guida utente, che illustra il percorso attraverso le varie sezioni dell’applicativo.

Note sintetiche con aggiornamento al 6 settembre 2022

In base a quanto previsto dall'art. 1, comma 1043 della legge 30 dicembre 2020 n. 178 (legge di bilancio per il 2021) e dal DPCM adottato in data 15 settembre 2021, il Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato ha sviluppato il sistema informatico ReGiS specificamente rivolto alla rilevazione e diffusione dei dati di monitoraggio del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), nonché a supportare gli adempimenti di rendicontazione e controllo previsti dalla normativa vigente. Il sistema ReGiS rappresenta la modalità unica attraverso cui le Amministrazioni interessate a livello centrale e territoriale potranno adempiere agli obblighi di monitoraggio, rendicontazione e controllo delle misure e dei progetti finanziati dal PNRR. A tal fine si emana la Circolare che fornisce le istruzioni per il corretto monitoraggio dei dati relativi alle misure del PNRR di cui sono titolari le Amministrazioni centrali. La Circolare si intende integrata dai seguenti allegati: Linee Guida per il Monitoraggio del PNRR, con le quali si forniscono indicazioni operative sulle modalità di espletamento degli adempimenti di monitoraggio attraverso il sistema ReGiS; Protocollo unico di colloquio PNRR vers.1.0, realizzato in continuità con i tracciati già in uso per il monitoraggio dei progetti di investimento pubblico finanziati con i fondi delle politiche di coesione e con altre risorse nazionali, al fine dell'acquisizione automatica delle informazioni dai sistemi locali delle Amministrazioni.
Linee Guida per il Monitoraggio del PNRR, con le quali si forniscono indicazioni operative sulle modalità di espletamento degli adempimenti di monitoraggio attraverso il sistema ReGiS;
Protocollo unico di colloquio PNRR vers.1.0 realizzato in continuità con i tracciati già in uso per il monitoraggio dei progetti di investimento pubblico finanziati con i fondi delle politiche di coesione e con altre risorse nazionali, al fine dell'acquisizione automatica delle informazioni dai sistemi locali delle Amministrazioni.
 

Relazione al Consiglio dei Ministri del Sottosegretario alla Presidenza Roberto Garofoli

DOSSIER ANCI AGGIORNATO AL 22 novembre 2022

La nota si occupa di dare una prima lettura interpretativa su alcuni temi tra cui la definizione dei profili professionali nella pianificazione dei fabbisogni di personale, il potenziamento amministrativo delle Regioni e delle politiche di coesione, le disposizioni sul conferimento di incarichi per il PNRR.

Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e Piano nazionale per gli investimenti complementari - Chiarimenti in relazione al riferimento alla disciplina nazionale in materia di contratti pubblici richiamata nei dispositivi attuativi relativi agli interventi PNRR e PNC. La Circolare intende chiarire che i riferimenti alla disciplina nazionale in materia di contratti pubblici (D. Lgs. 50/2016) contenuti all’interno delle “Istruzioni Tecniche per la selezione dei progetti PNRR” allegato alla Circolare MEF-RGS del 14 ottobre 2021, n. 21, intendono ricomprendere il complesso della normativa vigente, ivi comprese le disposizioni emanate da parte delle Autonomie territoriali, incluse le Province Autonome di Trento e Bolzano, per le quali è lo stesso decreto legislativo, all’articolo 2, comma 3, ad operare un esplicito rimando.

L'obiettivo del manuale è di offrire ai Comuni e alle Città metropolitane un quadro d’insieme di tutte le regole vigenti per assumere personale, sia a tempo indeterminato con il nuovo criterio della cd “sostenibilità finanziaria” introdotto due anni fa, che a tempo determinato, utilizzando le risorse proprie di bilancio e quelle del PNRR.

La Commissione Europea ha adottato i primi di marzo 2022 la sua prima relazione annuale sull'attuazione del Recovery and Resilience Facility (RRF), il fulcro di NextGenerationEU. La RRF sta provvedendo a 723,8 miliardi di euro (a prezzi correnti) di sovvenzioni e prestiti agli Stati membri per sostenere la trasformazione investimenti e riforme che consentiranno all'UE di uscire più forte dalla pandemia di COVID-19.

Offrire un quadro d’insieme delle regole vigenti in materia di utilizzo e contabilizzazione delle risorse per l’attuazione degli investimenti del PNRR, nonché di quelle per gli acquisti di lavori, beni e servizi. Questo l’obiettivo del 32^ quaderno operativo dell’Anci "Appalti e regole contabili per il PNRR".
Si tratta di una disciplina speciale e derogatoria che, insieme a quella sulle assunzioni di personale a tempo determinato, costituisce la cornice giuridica entro cui i Comuni e le Città metropolitane devono operare, per realizzare gli investimenti richiesti dal Pnrr. Il Quaderno è arricchito da un elenco delle disposizioni attuative, circolari e linee guida delle norme in commento.

Ai sensi di quanto disposto dall’art. 8 del decreto legge n. 77/2021, convertito con legge n. 108/2021, ciascuna Amministrazione centrale titolare di interventi previsti nel PNRR è tenuta a provvedere al coordinamento delle relative attività di gestione, nonché al monitoraggio, rendicontazione e controllo degli investimenti e riforme di pertinenza, in tale ottica, dovrà quindi dotarsi di un adeguato sistema di gestione e controllo, con l’inclusione di misure finalizzate alla prevenzione, l’individuazione e la rettifica delle frodi, dei casi di corruzione e dei conflitti di interessi e della duplicazione dei finanziamenti. La circolare intende fornire informazioni ed elementi utili per una corretta impostazione dell’assetto organizzativo e procedurale; la seconda parte del documento contiene, in aggiunta, allegati tecnici e operativi utili per l’elaborazione del documento descrittivo del Sistema di Gestione e Controllo.

Il decreto legge 30 dicembre 2021, n. 228 recante “Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi” è all’esame della Commissione bilancio della Camera per la conversione in legge. Si riportano le norme di interesse approvate fino alle sedute del 15 febbraio 2022.

Le misure per la trasformazione digitale dei Comuni previste nella M1.C1 «Digitalizzazione, innovazione e sicurezza nella PA» del PNRR

Il documento illustra, con riferimento ai bandi di assegnazione delle risorse relative agli investimenti del PNRR che prevedono gli Enti territoriali come soggetti attuatori, le modalità di integrazione dei criteri per il raggiungimento dei rispettivi obiettivi specifici.

Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) – Servizi di assistenza tecnica per le Amministrazioni titolari di interventi e soggetti attuatori del PNRR

La circolare del MEF stabilisce le modalità, le condizioni e i criteri in base ai quali le amministrazioni titolari dei singoli interventi possono imputare nel relativo quadro economico i costi per il personale da rendicontare a carico del PNRR secondo quanto stabilito dal comma 1 dell’art. 1 del decreto-legge n. 80 del 2021.

Slide realizzate da Anci per approfondire gli Avvisi pubblici del Ministero dell’Istruzione di recente pubblicazione, rivolti agli Enti locali sul Piano asili nido e scuole infanzia, sostituzione edifici scolastici e riqualificazione energetica, estensione tempo pieno e mense, infrastrutture per lo sport, da realizzare attraverso le risorse del PNRR.

Monitoraggio dell'attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Aggiornato al 18 novembre 2021

Disposizioni urgenti per l'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose.

La circolare definisce le “Istruzioni tecniche per la selezione dei progetti PNRR”, che dettano regole e principi a cui le Amministrazioni sono invitate ad attenersi, al fine di: a) individuare requisiti di ammissibilità ed eventuali cause di esclusione, attribuibili al Soggetto attuatore e/o alla proposta progettuale, il cui mancato soddisfacimento può comportare una criticità con impatto sul processo di attuazione dell’iniziativa, nonché in fase di controllo e rendicontazione della stessa; b) fornire elementi utili sui processi di attuazione che potranno essere ripresi nelle apposite sezioni delle procedure di selezione dei progetti (ossia negli atti amministrativi di varia natura, tra cui decreti ministeriali e bandi).

Slide presentate nell’ambito del seminario presentazione dei servizi ANCI-IFEL di orientamento e informazione PNRR (novembre 2021)

Una rassegna sintetica degli investimenti del Piano nazionale di ripresa e resilienza curata da ANCI che mette al centro l’importanza del ruolo attuativo attribuito a Comuni e Città metropolitane (Ottobre 2021)

Un guida pratica che sintetizza efficacemente la complessa articolazione del PNRR (settembre 2021)

Il documento rappresenta il quadro finanziario degli investimenti e riforme del PNRR.

Assegnazione delle risorse finanziarie previste per l’attuazione degli interventi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e ripartizione di traguardi e obiettivi per scadenze semestrali di rendicontazione.

Il documento rappresenta gli obiettivi e i traguardi del PNRR da raggiungere per ogni rata semestrale di richiesta di pagamento alla Commissione europea - 15 luglio 2021

Il documento rappresenta 213 traguardi (risultati qualitativi) e 314 obiettivi (risultati quantitativi) europei verificabili nell’ambito dell'attuazione degli interventi previsti nel PNRR. L'Italia potrà richiedere ed ottenere dalla CE i finanziamenti spettanti solo a fronte dell’effettivo raggiungimento dei traguardi e degli obiettivi concordati secondo la tempistica stabilita. (12 luglio 2021)

PNRR: dati finanziari e quadro delle risorse e degli impieghi

Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) - Trasmissione delle Istruzioni Tecniche per la selezione dei progetti PNRR

Sintesi dell'audizione sul federalismo fiscale anche con riferimento ai contenuti del PNRR

Il documento mette in evidenza i principali investimenti che RFI, grazie alle risorse stanziate nell'ambito del PNRR, metterà in campo nel prossimo quinquennio 2022-2026.

Il Documento analizza i profili finanziari della versione finale del PNRR, anche a confronto con il testo iniziale presentato nello scorso gennaio dal precedente Governo.

Audizione informale dell’Ufficio parlamentare di bilancio nell’ambito dell’esame della proposta di Piano nazionale di ripresa e resilienza (Doc. XXVII, n. 18)

Audizione dell’Ufficio parlamentare di bilancio sullo stato di attuazione e sulle prospettive del federalismo fiscale, anche con riferimento ai relativi contenuti del Piano nazionale di ripresa e resilienza

Audizione Anci alle Commissioni Bilancio e Politiche Ue del Senato del 1 marzo 2021.

Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023.

Governance del Piano nazionale di ripresa e resilienza e prime misure di rafforzamento delle strutture amministrative e di accelerazione e snellimento delle procedure.

Misure urgenti relative al Fondo complementare al Piano nazionale di ripresa e resilienza e altre misure urgenti per gli investimenti.

Misure urgenti per il rafforzamento della capacità amministrativa delle pubbliche amministrazioni funzionale all'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per l'efficienza della giustizia.

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 6 maggio 2021, n. 59, recante misure urgenti relative al Fondo complementare al Piano nazionale di ripresa e resilienza e altre misure urgenti per gli investimenti (21G00111).

L'analisi del piano per la ripresa e la resilienza dell'Italia accompagna il documento di proposta di DECISIONE DI ESECUZIONE DEL CONSIGLIO relativa all'approvazione della valutazione del Piano per la Ripresa e la Resilienza dell'Italia.

Presentazione delle misure chiave per garantire la transizione digitale dell'Italia e quelle per rafforzare la resilienza economica e sociale dell'Italia

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) è lo strumento che, grazie ai fondi del Next Generation Europe, renderà l'Italia più equa, sostenibile e inclusiva. Il Piano permetterà di costruire un'Italia nuova, lasciandosi così alle spalle l'impatto economico e sociale della pandemia.

Questo documento presenta le principali raccomandazioni dell'Unione Europea per gli stati membri e consiglia come affrontarle al meglio

Domande e risposte per una guida alla comprensione del Piano di Ripresa e Resilienza, degli investimenti e delle riforme in esso contenuti e alla relativa attuazione

Raccomandazioni del Consiglio dell'Unione Europea, basati sull'analisi della situazione italiana, per affrontare la crisi COVID-19

Raccomandazioni del Consiglio dell'Unione Europea, basati sull'analisi della situazione italiana, per affrontare la crisi COVID-19

Il Regolamento individua i criteri per determinare come ogni attività economica contribuisca in modo sostanziale alla tutela dell’ecosistema, senza arrecare danno a nessuno degli obiettivi ambientali stabiliti 

Questo documento presenta le indicazioni di supporto nella preparazione del PNRR.

Questo documento presenta le indicazioni di supporto nella preparazione del PNRR.